Niente Buonolio Salus Festival, quest'anno la rassegna non si farà

Buonolio Salus Festival non si farà.
È questo che non avremmo mai voluto comunicarvi eppure, noi dell'Associazione Culturale Buonolio, siamo costretti a farlo tramite il blog ufficiale del Festival. La rassegna quest'anno non ci sarà, lasciando un vuoto tra gli eventi culturali del territorio. Un appuntamento molto amato, cresciuto in maniera esponenziale negli ultimi anni, che ha visto l'organizzazione di momenti, spunti, idee, visioni e riflessioni molto interessanti, con nomi di richiamo del panorama olivicolo (e non solo) italiano.

Abbiamo preso questa difficile decisione a causa di una concomitanza di fattori personali, unita a cause legate sostanzialmente al sostegno economico per realizzare l'evento. Non abbiamo abbastanza fondi, è questo il motivo principale che ha convinto tutti noi a non azzardare e prendere questa difficile, ma necessaria decisione. Ci abbiamo provato, con insistenza, con gli amici, con tutti ma purtroppo è andata così. Anche perché il Festival nasce come evento libero e indipendente, apolitico e senza nessuna "contaminazione" ma aperto a tutti e questo rende tutto più difficile perché noi vogliamo che così rimanga sempre.

Hanno partecipato tante aziende da tutta Italia, sempre in crescita in questi 4 anni, ci hanno creduto insieme a noi e gliene va dato grande ringraziamento, nella speranza che hanno trovato in noi qualcosa di bello, di sano e di importante. L'organizzazione è consapevole del fatto che il Buonolio Salus Festival è diventato, in pochi anni, un evento atteso e apprezzato da tutti e dal territorio (quest'ultimo, seppur presente, sempre poco attento e poco propositivo) e perciò sente fortemente la responsabilità di tale scelta. L'evento ha saputo coinvolgere molti giovani, scuole e molte energie positive, sia come pubblico sia come ospiti e artisti che si sono spesi per renderlo il successo che è stato.

L'organizzazione ringrazia ancora tutti coloro che hanno finora creduto al progetto culturale Buonolio Salus Festival e l’hanno sostenuto in varie forme. La speranza che anima tutti noi è che questo anno di passaggio sia l'occasione per attivare nuove energie e proposte per gli anni a venire e che questo sia un costruttivo anno di pausa e non l'esaurirsi di una bella esperienza. E perché no, di smuovere un po' anche le coscienze di chi in questi progetti dovrebbe credere un pochino in più e dare spazio a nuove idee e nuove risorse.

Speriamo vivamente che le aziende e tutti coloro che hanno partecipato possano cogliere questo mesto messaggio con la giusta emozione, con la speranza di rivederci l’anno prossimo in un contesto ancora più entusiasmante di quello che ci ha caratterizzato finora.

L'olio e l'ulivo hanno bisogno di serenità e grande rispetto, hanno bisogno di noi è di quelli come noi. Ne siamo abbastanza convinti e perciò questo non è un addio ma solo un “arrivederci all'anno prossimo”, più convinti di sempre, più forti di prima, nel nome dell'arte, della cultura e dell'olio autentico e del suo straordinario e prezioso paesaggio.

Arrivederci amici, a presto.

Associazione Culturale Buonolio tutti i diritti riservati

Commenti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

POST PIU' POPOLARI

Attenzione al processo di estrazione dell’olio e alla conservazione. Il frantoio non va sottovalutato

Prima o poi dovrà finire, è solo questione di tempo. La testimonianza di un pastore del Matese in un video di Alessandro Santulli

L'amaro mondo dell'olio

Ma voi dove lo comprate l'olio?

A macchia d’olio, una bella antologia